Cibo di Strada · Io

Stockholm e street food


Svezia, come preannunciato era la seconda tappa del mio viaggio (per ora) più a nord in Europa (l’Islanda continua a chiamare!), dopo Copenaghen abbiamo fatto 5h di treno – pendolino!!! – sulla SJ (servizio impeccabile e “dogana” al binario danese N23) per arrivare finalmente in Sverige (nonchè Svezia in svedese).

 

Lungo il tragitto abbiamo visto un paesaggio bellissimo, laghi, foreste, case in mezzo al nulla, piccole serrette tutte vetri con dentro tavoli e lampadari di candele, il tutto illuminato dalla luce del tramonto..insomma decisamente un viaggio che aumenta la voglia di tornare!

Da dove cominciare?
Per quanto riguarda l’alloggio, avevamo trovato un’offerta (con expedia) per un albergo 4* leggermente fuori Stoccolma, ma comodo (10min a piedi dalla tunnelbana e sul percorso dell’Arlanda Bus), pulito, con una colazione buonissima e ricchissima e con dei saponi di cui mi sono innamorata e che prima o poi finirò per acquistare (LA:Bruket ndr).

Catapultati nella ben diversa Stoccolma, c’è voluto un attimo per “ricollocarsi”: ho trovato le persone più socievoli e decisamente più varie (diverse etnie, diverse estrazioni sociali..) e se Copenaghen in qualche modo mi era sembrata più raccolta, Stoccolma ha un’aria maggiormente cosmopolita, detto ciò: ci infiliamo nella fantastica tunnelbana e dopo un giretto vicino a Kungstradgarden approdiamo al Vasamuseet ( da qualche parte si deve pur incominciare!)
Il Vasa è un enorme vascello, tutt’ora per la maggior parte integro, esposto all’interno del museo, affondato all’epoca poco dopo il varo perché troppo grande per navigare e sproporzionato per galleggiare…ma il re lo voleva grande!! Morale è stato recuperato nel corso del ‘900 ed esposto in questo museo ad hoc. Bello, interessante, sicuramente gigantesco, ma ho preferito la nostra seconda meta..
SKANSEN
dopo il mio smisurato amore per Tivoli, ho trovato una controparte, decisamente e totalmente diversa, svedese. Skansen è un parco dove è stata ricreata un’atmosfera anni ’30 grazie a costruzioni in stile e figuranti che la popolano e gestiscono attività secondo le caratteristiche dell’epoca. C’è quindi il soffiatore di vetro, il panettierie, la mesticheria, l’intagliatore, un’officina.. Oltre a questo c’è anche una parte dedicata alla fauna svedese, dove si possono ammirare renne, alci, linci, lupi, lontre, foche e tantissimi altri animali. Noi l’abbiamo visto con la pioggia, ma è stato comunque divertente, nelle numerose casette trovate sempre qualcuno, non solo i negozianti ma anche famiglie borghesi e contadine che vi possono far visitare la casa o far svolgere qualche attività ai bambini, insomma carino e divertente. Noi abbiamo fatto amicizia con il signore che si occupava dell’officina, il quale vedendo l’interesse del mio compagno di viaggio per la meccanica, ci ha spiegato e mostrato tutto ciò che c’era all’interno in uno “svenglese” nutrito con gesti che è stato davvero piacevole.
All’interno di Skansen abbiamo fatto incetta di panini alla cannella e al cardamomo dal fornaio e poi ho voluto provare dei lecca lecca cilindrici coloratissimi che non mi sono piaciuti ma che erano tanto carini 😀
L’impatto con i panini al cardamomo è strano, ma li ho poi riprovati in altri posti e sono decisamente buoni!

 

 

 

La sera abbiamo seguito la guida e siamo finiti al Pelikan dove non abbiamo mangiato le aringhe (cosa di cui in seguito mi sono assai pentita) ma abbiamo provato piatti tipici, tutto molto buono, decisamente saporito (non mi sono segnata i nomi quindi a distanza di 5mesi sono andati persi). Io ho preso un piatto a base di patate, carne e qualcos’altro, mentre il mio compare un piatto a base di carne con l’uovo…… insomma era buono. Unica pecca il servizio: il cameriere (al contrario di tutti gli svedesi che poi abbiamo incontrato) è stato tutto il tempo sgarbato e al momento della mancia è diventato un amicone..insomma non è carino, per quanto lo possa capire, ci sono rimasta un po’malino.

Poi finalmente… ARINGHE!!

All’uscita della tunnelbana vicino al Fotografiska (bello bello bello) c’è un
baracchino di strada che fa delle aringhe da leccarsi tutto, veramente buone (ho l’acquolina a pensarci) e che è decisamente da locali!

Abbiamo ovviamente visitato anche il palazzo reale che, come ricordano costantemente, è il palazzo reale più grande ancora facente funzione di palazzo reale (e proverete la grandezza visitandolo!!). Anche qui, come nel caso del palazzo reale di Danimarca, un incendio ha distrutto il precedente e se in Danimarca ne sono venute fuori quattro dimore attorno ad una piazza, in Svezia ne è venuto fuori il Kungliga Slottet che si trova su Gamla Stan, l’isoletta più vecchia nonché cuore di Stoccolma. Abbiamo avuto modo di vedere anche il cambio della guardia!

Per il pranzo siamo andati al Hairypig Deli. Tralasciando che si trovano salumi toscani (io non li ho mangiati, ad ogni paese i suoi cibi e la coppa senese me la mangio a casa), fa una particolare “salsiccia” (wurstel) con il cinghiale e i loro antipasti sono davvero vari e buoni, salmone, erbe varie, insomma carino (il locale mi è piaciuto) e accogliente, il cameriere era gentilissimo e insomma c’era un po’ di Hygge anche lì!

Merita molto anche il municipio: Stadshuset..ma sicuramente c’è tanto altro .. noi abbiamo corso per cercare di vedere il più possibile, ma dovremo sicuramente tornare (e poi le aringhe e i panini al cardamomo dove li rimangio così buoni?!)

Curiosità: la tunnelbana è una delle metropolitane più larghe e spaziose che abbia visto, e grazie in svedese si dice TAK..quando controllano i biglietti mi sembrano i tipici milanesi che a cosa fatta se ne escono con quel taaaaaac. Mi ha fatto sorridere..
Infine c’è una Tivoli anche lì..ma non ci sono andata!

 

Insomma Danimarca e Svezia da rivedere assolutamente..e nel frattempo ho comprato un sacco di pane di segale e ho trovato una ricetta per i panini al cardamomo!

Enjoy Stockholm

Mel

Annunci

2 thoughts on “Stockholm e street food

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...